Primpied by Gaia Guarino

Leggi il post e dimostraci che anche tu sei Primpy. Come? Condividendo la tua foto ispirata al mood della settimana su Instagram. Usa l’hashtag #Primpystyle e potresti diventare protagonista su Primpy.

 

Shorts in denim, quando le misure contano!

 

Sempre di classe? Segui i consigli di Primpy per un look impeccabile

Sono uno dei capi intramontabili dell’estate e sembrano sfruttabili in molteplici occasioni. Sono gli shorts in denim: sexy, pratici e versatili ma anche rischiosi se non indossati alla perfezione. Prima regola: a ogni fisico il suo modello. Seconda regola: a ogni occasione la sua lunghezza. Terza regola: a ogni shorts i suoi accessori.

Confusa? Chiedi a Primpy per chiarirti le idee! Un breve vademecum per non essere mai fuori luogo e sfoggiare i tuoi pantaloncini jeans risultando sempre very classy.

 

DO

 

Shorts in denim: quale fisicità?

Filiforme? Rotondetta? Basta individuare il modello più adatto. Se il tuo fisico è magro e longilineo quasi tutto ti è concesso. Pur essendo il denim un tessuto abbastanza rigido, su una figura magra anche un taglio corto e attillato non andrà a creare inestetismi sui fianchi o sul giro-coscia. Al contrario, se sei una donna curvy con un fisico snello ma voluttuoso, è meglio puntare su stoffe più morbide che creino comunque l’effetto jeans. La lunghezza ideale è appena sopra il ginocchio con un taglio retto. Il consiglio di Primpy? Scegli la vita alta per armonizzare la silhouette.

Shorts in denim: quale occasione?

Spiaggia? Passeggiata in città? Cena con gli amici? Gli shorts in denim sono perfetti per ciascuna di queste occasioni ma attenzione alla lunghezza. Per la tua giornata al mare puoi osare con un pantaloncino corto quasi culottes da abbinare al tuo bikini o a un crop top. La situazione cambia radicalmente se ti ritrovi per le vie del centro o a un aperitivo. Modera la lunghezza scegliendo uno shorts meno short. Qualche centimetro di stoffa in più, una morbida blusa a tinta unita o stampa floreale o ancora una t-shirt a righe renderanno il tuo outfit impeccabile.

Shorts in denim: quali accessori?

Nota dolente: quali scarpe abbinare? Primpy arriva in tuo aiuto, nemmeno fossi Cenerentola! Ciabatte e infradito, seppur comode, sono ammissibili soltanto in spiaggia. La calzatura perfetta è basic e senza tacco. Sì alle sneakers, alle espadrillas e ai sandali Capri.

 shorts in denim

DON’T

 

Prendi le misure!

Qual è l’errore più comune? Scegliere una taglia sbagliata! Primpy ti suggerisce di prendere le misure. Le ragazze con forme più mediterranee, inoltre, devono evitare i modelli a palloncino per non marcare alcuni punti critici. Al contempo, alle ragazze più esili è opportuno ricordare che una gamba magra e chilometrica non le autorizza a indossare pantaloncini inguinali.

Al posto giusto, sempre.

Gli shorts in denim a volte rischiano di mostrare più del dovuto, anche quando non si può. Se sedendoti non pensi vi sia differenza tra uno slip e un pantaloncino, forse è il caso di riconsiderare la lunghezza. Per non essere volgare, evita i modelli che lasciano intravedere il lato b o che, peggio ancora, hanno dei tagli creati ad hoc proprio sul fondoschiena. Primpy ti avvisa: mai e poi mai indossare questo capo per andare in ufficio o a una serata formale.

Lap dance? No grazie!

Il tacco 12 non esiste, e nemmeno il plateau…a meno che tu non intenda intraprendere una carriera nel mondo della lap dance. Gli shorts in denim non ammettono scivoloni di questo genere. Nemmeno un paio di gambe perfette fa eccezione. L’unica altezza concessa – in rarissimi casi – è un sandalo con zeppa in corda o in tela. Ammissibile per creare un look folk e solo e soltanto se i pantaloncini quasi ‘baciano’ le ginocchia.

 

CREDITI

Shorts denim  J brand

DO: T-shirt a righe T by Alexander Wang, Sandali Cinti, Borsa JW Anderson.

DON’T: Top Beth Richards, Tacco 12 Charlotte Olympia, Cintura Fausto Puglisi, Borsa Patrizia Pepe.