Primpied by Chiara Tramatzu

 

SENZA TRUCCO (o quasi) e senza inganno

 

Le 6 regole per ‘chi’ con il Wedding make-up vuole andare a nozze.

La bella stagione fa sbocciare rigogliosi i… fiori d’arancio e le spose trepidanti, in preda a una crisi di nervi, si affrettano a curare gli ultimi dettagli in vista del ‘gran giorno’: la torta, le bomboniere, i vestiti delle damigelle, le ultime partecipazioni, l’acconciatura. “Wedding day is coming” si direbbe, per citare una nota serie… e il make-up?

Il make-up è decisamente l’elemento alleato di ogni sposa, ma cela delle insidie che potranno rovinare il vostro Matrimonio, ritrovandovi “per tutta la vita” a sfogliare album di foto che sembrano ritrarvi più ad un Carnival Party che ad un Weddig cocktail.  Attenzione, dunque, care spose! Negli uomini come nel make-up il kitsch è in agguato, pronto a prendere il sopravvento sul vostro ‘giorno più bello ’ facendovi peccare di eleganza, classe e raffinatezza.

Tuttavia, non esiste un vero e proprio vademecum universale del perfetto make-up da sposa: il maquillage deve essere studiato ad hoc per voi e deve essere in grado di far trasparire la vostra personalità e il vostro carattere e di adattarsi non solo ai lineamenti del volto e ai vostri colori, ma anche all’ acconciatura e all’abito, valorizzandovi non solo dal vivo ma anche in foto e video.

Nuances, texture e finish, sono tre parole da tenere a mente quando si tratta di Wedding Make-up.

  1. Una pelle radiosa è l’ABC di un buon trucco. Ciò che è importante dopo un’accurata e meticolosa skin care è scegliere prodotti performanti che si adattino al proprio tipo di pelle (secca, mista, grassa) e long lasting make-up che permettano che il trucco si mantenga inalterato tutta la giornata.

La scelta del fondotinta è fondamentale.

  1. Prodotti dalla consistenza sbagliata che non si sposano con la vostra tipologia di pelle, troppo pastosi e difficili da lavorare che creano il purtroppo comunissimo effetto ‘mascherone di cera’, o troppo fluidi e illuminanti che vi faranno diventare dopo poco ‘unte come una padella’ facendovi ottenere un effetto wet (altro che bollicine…) che non ha niente a che vedere con quello che i make-up artist chiamano athletic glowing, è solo il primo dei tanti errori nei quali rischierete di imbattervi. E ricordate che l’equazione “sposa bagnata, sposa fortunata” in tema di make-up non vale affatto, a meno che non si indossi un ottimo mascara waterproof Dior. La scelta della tonalità del fondotinta è un altro cruccio in tema di make-up e non solo Wedding… Lo scopo principale di questo prodotto è quello di uniformare l’incarnato coprendo eventuali discromie, senza alterare il colore originario della propria carnagione.  Scegliere nuances di parecchi toni più scure, o molto più chiare rispetto alle proprie, potrebbe creare evidenti ed imbarazzanti stacchi di colore rispetto al resto del corpo.

Il prossimo errore di make-up nel quale si incorre sovente è un cliché. la scelta della cipria, un prodotto odio et amo.

  1. Il suo scopo è quello di levigare la pelle e lisciare la grana mantenendola opaca, minimizzando pori dilatati e imperfezioni, ma sbagliare è facile! Anche una buona base può essere compromessa dall’utilizzo di ciprie poco adatte. Sia che si parli di ciprie compatte, specialmente se colorate, che potrebbero ‘fare strato’ creando il tristemente famoso effetto ‘cakey’ o andare ad alterare il colore del fondotinta rovinando la base creata in precedenza, sia che si parli di ciprie hd, alle quali bisogna prestare particolare attenzione in quanto un dosaggio o una stesura sbagliata potrebbero rivelare nelle foto fastidiose e antiestetiche scie di polvere bianca.

Anche le polveri: blush, terra e illuminante, potrebbero opporsi alla perfezione del vostro Matrimonio.

  1. Ricordate sempre, mie care spose: less is more! Contouring e strobing, sono invitati graditi, ma sotto condizione di non invadenza. Privilegiate perciò illuminanti non troppo vistosi, terre discrete e blush dai toni naturali e dall’effetto bonne mine make-up che vadano a dare tridimensionalità al viso donando un colorito sano e radioso e un aspetto che trabocca di salute e freschezza, senza esagerare!

Dopo la base la strada verso un make up che ha quel quid in più si fa meno tortuosa.

  1. Per le spose il trucco occhi e labbra prevede l’utilizzo di prodotti waterproof e longlasting che vi consentano di piangere per l’emozione e non per i rivoli di rimmel che vi imbrattano l’investimento che vi portate addosso e che rendano le vostre labbra a prova di bacio… o non sarà il vostro ranocchio a trasformarsi in un principe, ma voi nella nella reincarnazione di Harley Quinn. Non vorrete mica che il vostro viso vada in cocci alla prima lacrimuccia? Per evitare che la sottile linea di confine che separa la finezza dalla volgarità si faccia labile e il cattivo gusto incomba, se il make-up focus è sugli occhi la bocca deve restare su toni naturali che virano dal nude al malva: scegliete prodotti che abbiano una buona durata ma se avete le labbra troppo secche, evitate le tinte o rossetti dal finish matte, che potrebbero mettere in evidenza pellicine e imperfezioni, e  dite no a matite contorno labbra troppo scure rispetto alla tonalità del rossetto o l’effetto bambola di porcellana è assicurato. Se non si amano particolarmente smokey eyes fuligginosi o make-up occhi toppo strong e intensi e si preferisce un look boho chic con labbra dai colori accesi e vibranti, un po’ alla Marylin Monroe, è necessario utilizzare sugli occhi nuances più soft e naturali, evitando però colori troppo perlati, che, come la cipria sopracitata, in foto rilasciano agghiaccianti macchie di luce bianca! Per evitare aloni fantasma prediligete dunque finish satinati e importantissimo sfumate, sfumate, sfumate, per impedire che ci siano stacchi netti tra le varie gradazioni di colore che andrete ad applicare.

Punto focale del viso, che incornicia lo sguardo rendendolo interessante e conferendogli espressività, sono le sopracciglia.

  1. Non dimenticatele, anch’esse parte integrante di un make-up che si rispetti per un Wedding da principessa! Riempitele con apposite pomate, gel, matite anche in questo caso preferibilmente waterproof, per evitare che il prodotto coli o svanisca durante l’arco del giorno. È indispensabile però, per aggirare l’effetto Frida Kahlo, non renderle troppo definite e simmetriche, o rischierete di indurire troppo i tratti facendo assumere al vostro viso un’espressione poco naturale e armoniosa. Scegliete le colorazioni che più si adattano a voi, ricordando che le bionde dovranno scegliere una o al massimo due tonalità più scure rispetto al proprio colore di capelli, mentre le more e le castane una tonalità più chiara.

Trovate il cocktail vincente per uno shake di durata e performance senza rinunciare al confort e sperimentate il make up più adatto a voi.