Primpied by Luciano Russo

 

Attenzione al sovrappeso 

Primpy ti svela le 5 regole del bagaglio luxury

La valigia di un uomo è meno complessa di quella di una donna, almeno cosi mi hanno riferito.

Ecco la mia è molto più complessa da risolvere di un teorema di algebra dopo due birre.

Ma anni di aerei low cost, e innumerevoli frequent flyer program mi hanno portato a stabilire delle regole, che rappresentano “la regola aurea” del bagaglio perfetto.

  1. Bisogna definire il moodboard! Evita le crisi in loco, sono solo una perdita di tempo… E’ come se hai uno scatto stupendo e non trovi le parole per gli hashtag.

Ecco questo si complica se come me pretendi di fare 20 giorni di vacanza, in tre località differenti per latitudini, colori e culture.

Ditemi voi come ridurreste a minimo comune divisore Maldive, Catania e Mykonos.

Insomma fare un bagaglio del genere ha lo stesso effetto emotivo di dividere l’auto in macchina con il tuo ex marito e la sua nuova compagna: DEVASTANTE.

Ma prendi fiato: LA CAMICIA BIANCA SALVERA’ LA TUA VITA.

Portala in vari fit e punta su quelle con collo coreano, adattissimo sia per il mattino con le maniche arrotolate che per la sera con il pantalone slim e delle espadrillas di Tom Ford.

2. Le scarpe! Sono il punto più ostico, pesanti e con un potenziale unico. Non mi stancherò mai di dirlo, le scarpe possono distruggerti più del crollo della borsa. Nasdaq, o chi che sia, ogni luogo ha la sua scarpa.

3. Gucci! Non è una categoria, è un modo di essere. Puoi fare dei grandi look e dei mix che neanche i Martinez Brothers. Lo dice anche Fabri Fabri, “ le ventenni vanno con i vecchi per pagarsi la borsa di Gucci”… Ognuno fa come può, tanto mi pare che si dica “che il fine giustifica i mezzi” o è il contrario? Beh problemi propri.

4. Versatilità! Porta degli items su cui puoi lavorare con lo styling. Basilarmente, sin dalle elementari ci insegnano che se cambiamo gli ordini degli addendi la somma non cambia. NON VALE PER LA MODA.

Faccio difficoltà ad indossare per due stagioni lo stesso capo, figurati lo stesso look uguale. Un look è come un partner, non è che se si abbraccia la carovana di un circo per qualche tempo ( metti 18 mesi) lo devi fare per sempre… Finiresti a fare la fine, della serie ormai dimenticata ( per fortuna) “Magic circus” di Piero Guidi.

5. La voglia di innamorarsi! Last but not least! E’ la cosa più importante che puoi portare con te.

Il mio più grande problema è che mi innamoro di troppe cose e troppo in fretta. Ma mia nonna mi ha sempre detto “ dove mangia uno… mangiano due”.

E quando “ti scende la catena”? Non parlo di quella Chanel….

Beh non ti resta che chiudere i bagagli… e lasciarti andare al passo con i Kardashian.